Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

La cassazione blocca le ipoteche giudiziarie equitalia.

La cassazione blocca le ipoteche immobiliari di equitalia con la sentenza del 22 febbraio 2010, in cui chiede uno stop nel caso in cui l'iscrizione delle ipoteche sia correlata ad un debito inferiore a 8 mila euro. in Italia si contano tra le 50 e le 80mila procedure di questo tipo già attivate, dunque non è cosa da poco

così ha stabilito la sentenza a sezioni unite: che l'iscrizione di ipoteca è un atto preordinato e strumentale all'espropriazione immobiliare e in quanto tale ne eredita le regole operative. la sentenza riguarda il caso di un contribuente che aveva proposto opposizione avverso un'iscrizione ipotecaria su un immobile di sua proprietà asserendo che la stessa era dipesa dal mancato pagamento di una cartella esattoriale avente a oggetto un preteso credito di 916,93 euro. già in primo grado il giudice aveva qualificato l'azione come opposizione all'espropriazione e proprio per questo motivo aveva annullato iscrizione poichè il valore per il quale si agiva era inferiore a 8mila euro al momento i contribuenti che dovessero chiedere agli sportelli equitalia la cancellazione delle procedure immobiliari in essere, dovranno compilare un modello di istanza a riesame in base al quale verrà valutata la legittimità della cancellazione.

Articolo visto su italiaoggi.it

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post